Wireless outdoor

 

Per soluzioni wireless outdoor si intendono sistemi di telecomunicazioni punto-punto o punto-multipunto in ambito geografico a media o lunga gittata. Normalmente si tratta di sistemi radio rivolti prevalentemente alle medie e grandi industrie private, alle pubbliche amministrazioni ed agli operatori di telecomuniazioni, i quali compiono lunghe gittate con attraversamento di suolo pubblico, sfruttando frequenze sia in banda libera (collettiva) ma anche in banda licenziata (concessa). Le principali applicazioni si sviluppano per WLAN (Wireless Local Area Network), WMAN (Wireless Metropolitan Area Network) e WWAN (Wireless Wide Area Network).

Un sistema Wireless è di fatto un sistema di trasmissione a distanza che sfrutta la tecnologia a radiofrequenza (RF), ma anche ottica in spazio libero, in sostituzione delle più onerose connessioni terrestri tipicamente effettuate attraverso cavi o fibre ottiche.

Sistemi punto-punto in banda libera ISM (Industrial Scientific & Medical), detta anche banda collettiva, sono tipicamente i seguenti:

  • WiFi (2,4-2,5GHz)
  • Hiperlan (5,42-5,78 GHz)
  • FSO (frequenza ottica)
  • Altri Link PTP (17 GHz, 60 GHz, 80 GHz)

Mentre i sistemi punto-punto in banda licenziata, ovvero regolamentati e concessionari dal Ministero delle Comunicazioni, operanti su frequenze dedicate ed assegnate, sono i seguenti:

  • Link radio Banda Stretta PDH/SDH (7GHz, 13GHz, 18GHz, 23GHz, 38GHz)
  • Link radio Banda Stretta Full-IP adattivi (7GHz, 13GHz, 18GHz, 23GHz, 38GHz)

COMPARAZIONE DI SISTEMI IN BANDA LIBERA (ISM) E LICENZIATA (NB)

Vantaggi della Banda libera ISM:

  • Nessun canone o richiesta Ministeriale per l'utilizzo dell'etere
  • Apparati in classe Enterprise tipicamente più economici
  • Installazioni tipicamente più leggere

Vantaggi della Banda Licenziata:

  • Frequenza in concessione "proprietaria", quindi nessuna possibilità di disservizi per interferenza
  • Alte capacità di canale fino a 940Mbps full-duplex in TDM
  • Apparati tipicamente in classe operatore con alta affidabilità e ridondanza intrinseca
  • Sistemi di sicurezza avanzati e protocolli di trasmissione proprietari

SISTEMI IN BANDA LIBERA ISM

Mentre i collegamenti operanti su bande licenziate, prevedono un uso esclusivo della frequenza, i collegamenti in banda libera ISM utilizzano frequenza condivise con terzi soggetti. Non essendo la banda ISM regolata in merito all'accesso, ma regolata solo alla potenza emessa, non si escludono possibilità di interferenza (disservizi) su questi sistemi nel medio e lungo periodo.
Operando quindi in banda libera con tecnologia "reperibile anche a basso costo" e con protocolli standard (Hiperlan e/o WiFi), possono presentarsi problemi di sicurezza intrinseca se non opportunamente gestiti.
Trattandosi inoltre tipicamente di sistemi non TDMA (ma CDMA) non è possibile garantire valori throughput netto (CIR) su disponibilità di servizio.

Ponti Radio HyperLAN 802.11a/h - MIMO

L'802.11h è un evoluzione del protocollo IEEE 802.11 che implementa l'AGC ed il DFS e consente di trasferire sino a 108 Mbps in aria (circa 40 Mbps half duplex di throughput reale) su banda libera ISM, su frequenza di 5,4 GHz e con canalizzazione di 40MHz, su singola polarizzazione.
Questa tecnologia è utilizzata per collegamenti outdoor punto-punto e punto-multi-punto con distanze fino ad un massimo di circa 20km. Si sottolinea che in base al Codice delle Comunicazioni Elettriche solo l'802.11h (così come il MIMO) e non l'802.11a è omologata in Italia per applicazioni outdoor.

Esigenze:

  • Aziende multi sede/dipartimenti
  • Pubbliche Amministrazioni
  • Videosorveglianza

Applicazione:

  • Dati e Voce (VoIP ma anche PRI-ISDN)
  • Video (Video over IP)

Velocità di connessione:

  • Da 128 kbps a 25 a 60 Mbps per radio e per polarizzazione, in base al tipo di canalizzazione (20 MHz o 40 MHz)
  • Da 10 Mbps a 150 Mbps per apparato nel caso dell'utilizzo del protocollo MIMO, ovvero utlizzando entrambe polarizzazioni contemporaneamenete

SISTEMI IN BANDA LICENZIATA

I sistemi in banda licenziata prevedono attività di planning e di depliment avanzate in cui sono richieste competenza specialistiche, adeguata strumentazione RF e gestioni delle proatche ministeriali dalla progettazione al collaudo.
I tempi di realizzazione, in questo caso, sono mediamente più lunghi, soprattutto in virtù dei tempi tecnici richiesti dal Ministero delle Comunicazioni (oggi dello Sviluppo Economico) per il nulla osta alla trasmissione su licenza.
Le infrastrutture di supporto sono solitamente più pensanti (cosiddette in classe operatore) considerate le frequenze di esercizio e quindi gli scarti minimi di oscillazione ammessi per le antenne.
La tecnologia presente inoltre mediamente costi generali più elevati, ma con capacità ed affidabilità enermente superiore rispetto a sistemi in banda libera o collettiva.

Ponti Radio Full-IP adattivi

Sono sistemi di telecomunicazione punto-punto (PTP) per la trasmissione a distanza di informazioni (voce, dati ecc) attraverso l'etere in campo aperto.
I ponti radio Full-IP consentono la trasmissione del protocollo Ethernet su trama TDM (quindi sincrona) e con modulazione adattiva in funzione delle condizioni meteo istantanee passando da QPSK a 256QAM. La velocità minima di bit rate da trasferire è di circa 50 Mbps fino ad un massimo di 920 Mbps con modulazione 256QAM in XPIC in doppia polarità.

Esigenze:

  • Operatori di TLC che forniscono servizi dati e fonia fissi e mobili
  • Applicazioni MilitariAziende multi sede remote
  • Pubbliche Amministrazioni

Applicazione:

  • Dati (fast Ethernet e Gigabit Ethernet)
  • Dati e Voce (anche in TDM)
  • Video

Velocità di connessione:

  • Da 50 Mbps a 920 Mbps

Concetto di modulazione adattiva per sistemi TDM, vengono comunque garantiti i servizi real time e voce.

WiMAX FM-BWA 802.16a/d/e

Il WiMax è una soluzione tecnologica basata sugli standard IEEE 802.16. Si pone in diretta concorrenza verso le soluzioni a banda larga cablate, di classe ADSL (variante 802.16d) e con quelle mobili (802.16e), come l'UMTS (F/M-BWA - Fix and Mobile Broadband Wireless Access).
Lo standard 802.16d è stato definitivamente approvato lo scorso agosto 2004 sulla banda licenziata dei 3,5GHz, mente è in via di approvazione le standard 802.16e per il mobile.

Esigenze:

  • Operatori di TLC che forniscono servizi fissi o mobili alternativi all'ADSL e all'UMTS
  • Pubbliche Amministrazioni
  • WISP

Applicazione:

  • Dati
  • Dati e Voce (VoIP e TDM)
  • Video

Velocità di connessione:

  • Da 128 kbps a 3 Mbps

 

digiweb.tech

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la privacy, copyright & cookies policy.
Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo